ma.....in pratica?
La risposta è NI. La legislazione in materia è molto chiara; l'obbligatorietà è menzionata in parecchi paragrafi delle
leggi che "circolano" attorno a questo argomento, quindi la prima risposta è SI, è obbligatorio. Dobbiamo però anche
informarvi che, esistendo una netta correlazione con la certificazione TR\TC, la quale prevede anche l'emissione di una
"Lettera di esenzione" (dipende dai codici doganali), l'Applicant può, e solo in questo caso, non essere nominato. Ci sono
pochi "Codici Doganali" che permettono di redigere questa lettera; per ogni ulteriore dettaglio sulle Lettere di esenzione,
Certificazioni, Dichiarazioni, ed ogni altro tipo di problematica tecnica certificativa. Noi collaboriamo con un ente che con
provata esperienza pluriennale nel settore dogane e in certificazioni poi, saprà rispondere ad ogni domanda che vogliate
fargli.
E' obbligatorio?
A cosa serve?
APPLICANT: chi è?
L'Applicant, o meglio dire " il Richiedente" (per avere la stessa chiave di
lettura con la normativa EAC), è una entità giuridica, ovvero una società
o un libero proffesionista, legalmente registrata su uno dei territori
appartenenti all'unione doganale Euroasiatica. Noi siamo registrati in
Russia dal 2012 e offriamo anche il servizio di magazzino.
L'Applicant, seguendo i dettami della legislazione vigente, è chiamata ad
assumersi "in prima linea" la responsabilità Civile e Penale dei problemi
generati da prodotti importati sul Territorio. Nessun prodotto o sistema, può
essere introdotto sul territorio dell' EAC, senza che venga nominato un
"Applicant". Per questo è l'unica che ha la facoltà di nominare l'ente
certificatore di fiducia.
Copyright © 2015  ·  All Rights reserved  ·  E-Mail: info@applicantforeurasec.com

Ecco cosa bisogna conoscere per iniziare i primi passi verso l'ottenimento del Certificato e del servizio Applicant ..... partendo dal presupposto che abbiate già il
cliente sul territorio EAC e il prodotto non ancora certificato:
1 - Conoscere i codici doganali dei propri prodotti
Il codice doganale del prodotto che si vuole esportare è il fulcro attorno al quale l'Applicant ed il Certificatore ruoteranno. Prima di ogni contatto, lo si deve
conoscere.
2 - Conoscere lo scopo della certificazione da richiedere
E' importante avere chiaro se il prodotto che si vuole esportare, è richiesto da un cliente "una Tantum", quindi una vendita isolata o se si tratta di un Partner che
venderà\distribuirà in modo continuativo i vostri prodotti. Dovreste studiare se richiedere una certificazione per singola spedizione, per lotti di prodotto o per linea
di produzione quindi una certificazione di prodotto
3 - Conoscere l'estensione temporale della certificazione
I costi per la certificazione ed il servizio Applicant, oltre a variare sulla base della complessità, pericolosità, e dello scopo di utilizzo, variano a seconda se il
certificato vale per uno, tre o cinque anni. La validà
4 - Cercare una entità che sia disponibile a contrattualizzare il servizio Applicant fra queste alternative:
• Il cliente stesso
• il vostro distributore presente sul territorio EAC
• Noi
5 - Cercare e nominare l'ente certificatore
Esistono molte realtà che affermano di emettere il certificato necessario ma nella maggior parte delle volte, trattasi solamente di agenzie intermediarie che a loro
volta si adoperano a nominare un ente certificatore che emetta il certificato a fronte di una percentuale sul valore della certificazione.
6 - Coordinare le attività fra Applicant ed Ente Certificatore (o agenzia intermediaria).
Questo è un punto dolente per molte aziende che intendono "autogestirsi". Parecchie aziende ci riescono perchè oltre ad avere personale che parla e scrive in
Russo, hanno un ufficio Controllo Qualità che può seguire le parti in gioco, altre purtroppo cadono nella rete della legislazione e della "filosofia Ex Sovietica" e
non riescono ad uscire dal turbine della documentazione che viene richiesta in diverse forme e diverse tempistiche. Il tutto si traduce in tempi lunghissimi per
ottenere il certificato.
7 - Fare fronte alle richieste di documentazione
La documentazione necessaria, in gioco fra le parti, deve essere obbligatoriamente in lingua Russa; dovete avere personale russo o perlomeno un consulente
tecnico che conosca il russo. Passo necessario per l'autogestione.
8 - Armarsi di pazienza,
Attendere tempi lunghi per ricevere risposte o meglio, il certificato, è il minimo che dovete aspettarvi.

....Quindi?
Perchè non ottenere un servizio completo per ottenere la certificazione e il
servizio dell'Applicant in modo sicuro, veloce e senza i problemi citati prima?
Vi garantiamo i tempi di emissione e la serietà dei servizi attraverso Legali e
tecnici specializzati che vi seguiranno in ogni vostro passo.